"Me ne stavo lì, a terra. Con un fiotto di sangue che si riversava su quel freddo e desolato marciapiede. Stavo crepando. Lo sapevo e non potevo farci niente, se non aspettare la morte..."



(da “L’inferno” di Sam Stoner)



giovedì 29 luglio 2010

AGONIZZANTE by Sam T Stoner


Oggi ho pensato di picchiare una persona.
Non una qualsiasi, ma una con un nome e un cognome.
Il pensiero di colpirlo.
Il pensiero dei tessuti che si lacerano sotto le mie nocche
il suo sguardo sorpreso e spaventato
il suo sangue
Tutto questo mi ha regalato un'inaspettata scarica di adrenalina
Così, il pensiero si è spinto oltre
fino al calcio che gli frantuma i denti
fino al suo respiro roco
fino al crack delle articolazioni
No
Non avrei alcuna soddisfazione nel saperlo morto - inerme - pacificato

Lo voglio vivo
vivo come il dolore