"Me ne stavo lì, a terra. Con un fiotto di sangue che si riversava su quel freddo e desolato marciapiede. Stavo crepando. Lo sapevo e non potevo farci niente, se non aspettare la morte..."



(da “L’inferno” di Sam Stoner)



giovedì 29 luglio 2010

WOTTTTTTTTTTTT by Sam T Stoner


Ho rischiato di crepare inghiottito da un cazzo di maelstrom creato da un mio devastante peto nel cuore della notte. Dopo essere sopravvissuto ho dovuto subire l'interrogatorio di uno psicopatico in divisa che spacciava se stesso come Odino, curioso di conoscere il segreto del mio potere anale. Per fortuna, una squadra di nazisti sfuggiti al dopo scuola e al controllo della maestra hanno messo a fuoco il quartier generale di Odino nel quale ero rinchiuso, rivelatosi poi essere la canonica del parroco di zona. Tornato nel letto alle prime luci dell'alba sono sprofondato in un delirio onirico dal quale ancora devo uscire...