"Me ne stavo lì, a terra. Con un fiotto di sangue che si riversava su quel freddo e desolato marciapiede. Stavo crepando. Lo sapevo e non potevo farci niente, se non aspettare la morte..."



(da “L’inferno” di Sam Stoner)



mercoledì 4 aprile 2018

Una questione di soldi di Giusy Giulianini

Giusy Giulianini
Se non sapete cosa sia una partitura blues e non sapete leggere la musica vi consiglio di leggere “Una questione di soldi” di Giusy Giulianini.
Si tratta di note in parole il cui suono è straziante e seducente solo come il miglior Blues sa essere.

La storia proviene dai recessi noir di Giusy Giulianini,  una donna in apparenza elegante e raffinata, bella e solare ma che ha in sé tesori nascosti di pura malinconica poesia. 

Questo racconto sarebbe piaciuto a Cornell Woolrich e forse anche a sua madre. Cornell lo avrebbe letto nella hall di un hotel. In sottofondo Muddy Waters e le cigolanti rotelle del carrello porta bagagli di qualche capricciosa e ricca ereditiera in cammino verso un destino con le fattezze di un uomo con “un’intelligenza affilata, una sofferenza mascherata di ruvidezza…”
Un racconto straordinariamente scritto. 
Un ritmo che ipnotizza. 
Una metrica straziante. Stasera scriverò la recensione, appena riuscirò a staccare gli occhi dalle tue parole, Donna in noir.



Titolo: Una storia di soldi
Autore: Giusy Giulianini
Editore: Oakmond Publishing
Data pubblicazione: 2 aprile 2018
Tempo di lettura medio previsto: 8 minuti
Clicca qui per l’acquisto 0,99 euro

Chi non desidererebbe per sé le ricchezze di Creso? Eppure, non sempre i soldi sono una benedizione. A volte, diventano il prezzo malaugurato di una vita.