Recensione a Linea d'ombra su LiberoLibro


Recensione: Sam Stoner – Linea d’ombra

di Katia Ciarrocchi LiberoLibro

http://www.liberolibro.it/sam-stoner-linea-dombra/


«Parlo di una vita che merita di essere vissuta, e non una di quelle che, anno dopo anno, ti mangiano vivo, ti tolgono ogni sogno, ogni aspettativa, ogni re-spiro fino a quando un mattino la trovi agonizzante vicino alla porta, che implora ossigeno, un po’ di…»
L’uomo si fermò. Poi riprese.
« …un po’ di melodia. Come quella del musicista. Allora, ce l’hai o no una vita degna di essere vissuta?»
«Sì, ce l’ho.»
«Buon per te. Sei una persona fortunata, allora.» E addentò il suo pasto sintetico al sapore di carne. Il giovane, con la tipica aria di chi ce l’ha fatta, replicò: di «La fortuna si costruisce.»?
«No!» grugnì l’uomo sbattendo un pugno sul tavolo. «La fortuna ti sceglie, ragazzo. Non è il contrario. Non puoi abbindolarla, blandirla o costruirla. Ma tu che puoi saperne…»
Continuo a dire che non amo le antologie di racconti, poi incontro Linea d’ombra di Sam Stoner e rimango interdetta, mi ricredo e ne consiglio la lettura, perché indipendentemente dal genere letterario, trovo nel dentro storie di gente comune, storie tristi e di degrado, di verità nascoste e quant’altro… che appartiene al vissuto di molti, anche se troppo spesso voltiamo il viso da un’altra parte per non vedere.

Elvis rosso sangue può sembrare eccessivo e inverosimile, a questo povero medico capita di tutto, più due omicidi in una stessa notte: ammetto Rip è proprio sfigato!
Dalla morale è perfetta. Chi non ucciderebbe pur di salvare la propria pelle? Si può fare della morale tutte le volte che vogliamo, soprattutto quando non ci tocca da vicino, ma ognuno nel dolore piange il suo…
Moscow’s fury
“Il giorno dopo era sorridente e di buon umore. Serviva i clienti come sempre: canovaccio sulla spalla e la solita aria serena e strafottente. La serenità di quelli che hanno attraversato l’inferno mettendolo in culo ai propri demoni. E lui l’aveva fatto.”
Maledettamente crudo, un racconto che narra il degrado, la tristezza, la violenza e la vendetta...

Post più popolari